O Ribeiro si trova nella parte più occidentale della provincia di Orense, nel punto di confluenza delle valli dei fiumi Miño, Avia, Arnoia e Barbantiño. È questo luogo a rendere singolari queste terre e a conferire loro una notevole bellezza paesaggistica.

Ruta do Viño do Ribeiro
Concello de Ribadavia
Praza Maior s/n
32400 Ribadavia
Tf:   988477100
Fax: 988477101
www.rutadelvinoribeiro.com
ruta@rutadelvinoribeiro.com

Questo territorio, considerato come uno dei luoghi più rappresentativi dell'architettura galiziana, possiede un patrimonio artistico conservato in modo eccelso. Nei suoi paesi medievali è possibile visitare castros (insediamenti fortificati di origine celtica), quartieri ebraici (Ribadavia, con la sua Festa da Istoria nel mese di agosto), pazos ovvero palazzi signorili tipici galiziani (Pazos de Arenteiro), monasteri e chiese integrati alla perfezione nel paesaggio dell'acqua e del vino. 

Le epoche “castrexa” (relativa ai castros), romanica, barocca o moderna, si fondono a Ribeiro tra la nobiltà del granito e la spiritualità della cultura. Le risorse della Ruta do Viño do Ribeiro (itinerario del vino Ribeiro), offrono un ampio ventaglio di possibilità per godersi a pieno la visita.

Gli itinerari di trekking ci consentono di conoscere monumenti naturali come Pena Corneira, o ammirare la ricchezza patrimoniale che i diversi stili architettonici ci hanno lasciato. Possiamo divertirci praticando sport acquaticiviaggiare in catamarano tra i vigneti o rilassarci e sfruttare le proprietà benefiche delle acque termali.

Produzione, storia, varietà

La circoscrizione territoriale di O Ribeiro è stata molto attiva sin dall'antichità, e ne sono prova la presenza di strade romane, resti di miniere, lavatoi d'oro, ecc.; le prime citazioni documentali che la definiscono come regione differenziata risalgono all'anno 928. Sin dal Medioevo questa terra e le sue genti sono state intimamente legate alla coltivazione della vite e alla produzione dei suoi caratteristici vini, ed è stata il principale punto di riferimento vinicolo dei regni cristiani dal IX al XVII secolo.

La Denominazione di Origine presenta un'estensione di circa 2700 ettari di vigneto situati nei comuni di Ribadavia, Arnoia, Castrelo de Miño, Carballeda de Avia, Leiro, Cenlle, Beade, Punxín e Cortegada, e parte di quelli di Boborás, San Amaro, Toén, Carballiño e Orense. Il vigneto si estende tra i 75 e i 400 metri di altitudine su valli e pendici dalla forte pendenza, bilanciata dai terrazzamenti, qui denominati socalcos o bocarribeiras, che seguono le curve di livello.

Con un clima caratterizzato dall'influenza atlantica, da temperature miti e da una notevole pluviometria, si coltiva preferibilmente uva bianca come la Treixadura, seguita dalle varietà Loureira, Torrontés, Albariño, Albilla, Godello e dalle varietà straniere Macabeo e Palomino. Tra le uve nere, quella preferenziale è la  Caiño, integrata dalle varietà Ferrón, Sousón, Brancellao, Mencía,Garnacha e Tempranillo. Le viti vengono sollevate affinché il frutto non sia a contatto con il terreno. Il vino bianco O Ribeiro è un vino limpido e trasparente, sottile all'olfatto, con squisiti aromi di fiori e frutta; i vini rossi sono vivi, dai toni brillanti rosso ciliegia, intensi al naso e ampi ed espressivi in bocca.

Arriba