Due località della Galizia hanno ottenuto il riconoscimento di festa di interesse turistico internazionale per la loro Settimana Santa: la Settimana Santa di Viveiro e la Settimana Santa di Ferrol. Puoi inoltre partecipare a 7 feste della Galizia di interesse turistico: la festa del Santissimo Cristo di Finisterre, la Settimana Santa di Cangas, la Settimana Santa di Paradela (Meis), la Settimana Santa di Betanzos, la Settimana Santa di Mondoñedo la Settimana Santa di Santiago de Compostela, e la Settimana Santa di Lugo.

 

Per rilassarsi, per vivere le loro tradizioni, per mangiar bene, per perdersi negli Spazi naturali e per sentirti come a casa. Partecipa quest'anno alle nostre celebrazioni di interesse turistico e scopri la varietà della nostra offerta di alloggi.

Settimana Santa di Viveiro

Numerosi "pasos" (portantine processionali) alcuni articolati e di grande interesse artistico, sono i protagonisti delle solenni processioni della Settimana Santa di Viveiro, nelle quali le "cofradías y Hermandades" (confraternite) riempiono di religiosità e atmosfera intima le strade della località. Eucaristie, vie crucis, tamborradas (sfilata al suono dei tamburi.)… precedono i giorni importanti. Gli atti più sensazionali  cominciano il Giovedì Santo, con la processione dell'Ultima Cena - il "paso" della Cena è stata creato nel 1808 da un artigiano che prese come modelli dei marinai del vicino porto di San Cibrao  per le figure degli Apostoli - e della Cattura di Gesù organizzata dalla "Hermandad del Prendimiento" (confraternita della Cattura di Gesù), molto vistoso per le tuniche e i cappucci rossi e bianchi. La mattina del Venerdì Santo ha luogo la processione dell'Incontro, un'altra emozionante cerimonia alla quale partecipano, insieme al Cristo che cade, le statue dell'Addolorata, San Giovanni e la Veronica, e che è seguita dalla folla che si affaccia dai balconi e che si riversa nelle strade con crescente interesse. Nel pomeriggio, dopo il Desenclavo (schiodamento) si celebra la processione della Santa Sepoltura, la più lussuosa di tutte, con i portatori vestiti con abiti talari neri dalla lunga coda e con un gran cappuccio e mascherina.

Settimana Santa di Ferrol

Dalla Domenica delle Palme fino alla Domenica di Pasqua, si susseguono senza sosta le processioni che ricordano la Passione, la Morte e la Risurrezione di Gesù. Le strade di Ferrol si riempiono di fervore religioso e fermento, attorno ai "pasos" delle cinque confraternite, eredi di una tradizione secolare e di uno spirito di grande rilievo popolare che resiste ai cambiamenti sociali e generazionali. Vistose, moltitudinarie, emotive e solenni, ricordiamo fra tutte quelle del Venerdì Santo: di mattina, il Santo Incontro, in piazza Amboage; nel pomeriggio, quella del Santa Sepoltura, di marcato carattere liturgico, in cui si porta la Santa Urna, la reliquia della Settimana Santa di Ferrol e, quella notturna, la toccante processione dei Caladiños, che percorre la vie del centro storico della Magdalena, con i "pasos"di San Giovanni, della Croce Sudario e dell'Addolorata, e termina all'alba, dopo il tradizionale canto della Salve Regina.

Festa do Santísimo Cristo di Finisterre

Le feste del Santo Cristo di Finisterre hanno luogo durante la Settimana Santa, con rappresentazioni della Passione di Cristo da parte di un gruppo di abitanti della località, sono seguiti da migliaia di parrocchiani, nei pressi della chiesa di Santa María das Areas, la strada che porta al Faro. La più importante è quella che ha luogo la Domenica di Pasqua. Si tratta di un auto sacramentale con il quale si racconta il momento in cui, davanti al sepolcro di Cristo custodito dai soldati romani, un angelo annuncia alle donne la notizia della risurrezione di Gesù. Tra le manifestazioni di gioia e di allegria e gli alleluia nei quali prorompono le migliaia di assistenti, suonano le campane e la musica delle bande e si lanciano razzi e colombe al volo. E per concludere si balla la "Danza de Nosa Señora das Areas", la cui origine risale al XVII secolo.

Settimana Santa di Cangas

La più solenne manifestazione di religiosità intorno alla Passione di Cristo che ha luogo nella provincia di Pontevedra è rappresentata dalle processioni della Settimana Santa di Cangas, che si avvalgono di "pasos" di grande valore storico-artistico e immagini articolate, come quella del Nazareno della processione del Santo Incontro o il Cristo della cerimonia della Deposizione, che danno agli atti un emotivo realismo. Le celebrazioni religiose cominciano già il Venerdì di Passione, con la festività della Santísima Virgen de los Dolores (festa locale). D'effetto è la processione del Giovedì Santo, con la stazione de la Mesa (tavolo), che rappresenta l'Ultima Cena, con prodotti naturali, quello della Preghiera nell'Orto e quella della Flagellazione, un bell'insieme artistico al quale segue con grandi onori chiudendo la processione, la Virgen de los Dolores. La mattina del Venerdì Santo esce la processione della Negazione di San Pietro, degna di nota per l'affluenza di gente giovane, che porta l'immagine di San Pietro intorno ai giardini di J. Félix Soage Villarino, e partecipa poi, a una merenda a base di cioccolata calda. A mezzogiorno, il centro della località si riempie di gente che si reca alla processione del Santo Incontro. A mano a mano che si va raccontando il passo storico della Salita al monte Calvario, appaiono le immagini dei suoi protagonisti: San Giovanni, la Verónica, Maria Maddalena, Maria di Cleofa, Maria Salome e l'Addolorata. Il Nazareno, accompagnato dal Cirineo e dai soldati romani, cade tre volte grazie a un sistema articolato.

Settimana Santa di Paradela

La rappresentazione della Passione, Morte e Risurrezione di Cristo che ha luogo nella piccola parrocchia di Santa Maria di Paradela (Meis, Pontevedra) sorprendere gratamente per l'accuratezza della messa in scena, la cura dei costumi e degli scenari dove hanno luogo gli atti. La qualità dell'interpretazione degli attori riesce a trasmettere al pubblico il sentimento profondo della fede cristiana. Per iniziativa della Confraternita della Settimana Santa e Pasqua, nata nel 1993, tutti i punti salienti che segnano le ore precedenti alla morte di Gesù Cristo e la sua risurrezione sono accuratamente rappresentati. Il pubblico partecipa attivamente, contribuendo a dare un realismo ancora più forte alle scene. Così, l'entrata trionfale di Gesù a Gerusalemme a dorso di un asino la Domenica delle Palme, la benedizione delle palme e la processione dal campo di Outeiro fino alla chiesa parrocchiale è la prima di una serie di rappresentazioni che, alternate agli atti liturgici propri di tali date, si susseguono il Giovedì Santo, il Venerdì Santo, il Sabato Santo e la Domenica di Pasqua. Il giovedì sera, dopo la liturgia, ha luogo la rappresentazione dell'Ultima Cena, la lavanda dei piedi, la cattura di Gesù e il suo giudizio dinanzi a Caifa. Il venerdì mattina, abitanti del luogo e visitatori si concentrano davanti al cortile della chiesa parrocchiale per assistere alla rappresentazione del giudizio di Gesù davanti a Ponzio Pilato e Erode e alla flagellazione, e partecipa, poi, a una realistica e commovente Via Crucis fino al Monte da Croa, dove si rappresenta la crocifissione.

Settimana Santa di Betanzos

La Settimana Santa di Betanzos inizia il venerdì precedente alla Domenica delle Palme, con una messa in onore alla Vergine dei Dolori. Da questo giorno fino al Martedì Santo la musica — e in modo particolare il Ciclo di Musica Sacra — diventa la protagonista indiscussa. La Domenica delle Palme, di pomeriggio, ha luogo la benedizione delle palme e la processione con l’immagine della “Borriquita”, accompagnata da numerosi abitanti locali con i loro ramoscelli d’olivo.

Settimana Santa di Mondoñedo

La Settimana Santa di Mondoñedo affonda le proprie radici ancor prima del XVI secolo. È un esempio di semplicità e sobrietà, un periodo di raccoglimento e riflessione che rispecchia la fede popolare di questa zona della Galizia. La Processione e la Messa delle Palme, la Processione dell’Ecce Homo, la Processione “del Prendimiento”, l’Adorazione del Santissimo, la Processione del Santo Incontro, La Processione della Santa Sepoltura e la Processione della Solitudine sono alcune delle principali manifestazioni pubbliche di questa Settimana Santa con tanti secoli di storia.

Settimana Santa di Santiago de Compostela

Per l’Unesco, Santiago de Compostela è “una città ideale che trabocca storia ed eternità”. La città è stata dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità nel 1985, per la bellezza urbana e l’integrità monumentale che si sommano alle profonde eco del suo significato spirituale come santuario e destinazione del più grande pellegrinaggio della Cristianità tra il XI e il XVIII secolo: il Cammino di Santiago.

Settimana Santa di Lugo

Xunta de Galicia

© 2019 Turismo de Galicia | Tutti i diritti riservati
Avviso legale | Contacto | Accesibilidade

Galicia
Arriba