Visualizacion: intro
Plantilla: miradoiros

VALLI, FIUMI E MONTAGNE

Da Chantada a Os Peares... La Ribeira Sacra del Miño
O Sil leva a auga,
o Miño leva a fama.
Detto popolare

La Ribeira Sacra del Miño è una delle grandi aree vitivinicole della Galizia. I vigneti insieme alla lussureggiante vegetazione e la presenza di un ricco patrimonio romanico creano un complesso esuberante. Partendo da Chantada è possibile percorrere un itinerario che costeggia le rive del fiume, con una conclusione sorprendente a Os Peares dove Sil e Miño decidono di unirsi.

Descarga a ruta
Chantada

Chantada è una delle capitali del vino della Galizia, a ridosso di fiumi eccezionali come il Miño o l' Asma che garantiscono magnifiche condizioni per ottenere vini di qualità.

La città conserva splendide strade e piazze accoglienti nel centro storico, con edifici notevoli come la Casona dos Lemos, del XVI secolo (ora Casa della Cultura).

Da Chantada al ponte di San Fiz
Fervenza

Inizieremo il percorso dalle rive del fiume Asma. I primi chilometri percorrono strade principali, parallele al corso del fiume, che scorre nervosamente verso l'incontro con il Miño. Una lunga discesa conduce alla zona dei vigneti, aprendo improvvisamente la vista su un'imponente collina di terrazzamenti.

Una deviazione porta al ponte di San Fiz, dove le terrazze si alternano tra viti e piccole cantine ben tenute che aiutano il lavoro dei coltivatori.

Dal ponte di San Fiz a Belesar

Nei pressi di Belesar l'itinerario sembra quasi accarezzare le acque del Miño nel punto in cui questo si unisce all’Asma. I versanti differiscono tra solatìo e bacìo; il vino ha bisogno di sole e le piantagioni di vigne sono orientate a sud. Di fronte, una notevole massa di latifoglie espande la gamma di colori della scena.

Belesar, villaggio tradizionale, accoglie il viaggiatore con le sue strutture nautiche. Il contrasto è dovuto al fatto che il remoto bacino di Os Peares convoglia le acque fino a questo punto, consentendo la navigazione. Sosta interessante, Belesar occupa entrambe le sponde e appartiene a due comuni: Chantada e O Saviñao.

Da Belesar alla chiesa di Santa María de Nogueira de Miño
Igrexa

I vigneti e i boschi di querce continuano fino al ponte di Pincelo. Dopo averlo attraversato, una stradina in salita conduce alla strada principale. Il paesaggio a volte cambia, compaiono le prime pinete del percorso ma continuano le foreste miste. Tra alcuni castagni, sullo sfondo è possibile intravedere il Miño.

Il campanile della chiesa di Santa María de Nogueira de Miño spicca tra i toni verdi della vegetazione, impettito di fianco a un classico cipresso. Il villaggio, affascinante, rimanda a paesaggi di vigneti di altre latitudini. Un'improvvisa transizione dalla foresta atlantica al vigneto dall'aspetto quasi mediterraneo. In estate, il sole e il calore rafforzano questa sensazione.

Dalla chiesa di Santa María de Nogueira de Miño a Os Peares

Da qui la vista del fiume sarà costante. L'alta quota della strada le permette di essere un continuo punto panoramico, quando la fitta vegetazione lo consente. Il tranquillo percorso supera villaggi di interesse con chiese importanti come quella di Santo Estevo de Chouzán o la vecchia chiesa di San Xoán da Cova.

Os Peares è un posto difficile da penetrare; tre fiumi e sei ponti situati in quattro comuni di due province. Un vecchio centro abitato che si adatta alle ripide pendici dei fiumi Miño, Sil e Búbal ed è diviso tra i comuni di Nogueira de Ramuín e A Peroxa (provincia di Ourense) e Carballedo e Pantón (provincia di Lugo). Il famoso incontro tra Miño e Sil consente di verificare quale dei due porta l'acqua, dato che la fama è condivisa da entrambi.

Da non perdere

Belesar

Passo storico sul fiume Miño, il villaggio di Belesar è un grande esempio di villaggio tradizionale della Ribeira Sacra. La trama e l'architettura, con le case ammucchiate, si integrano perfettamente nel paesaggio di vigneti.

I Cóbados de Belesar mostrano la rilevanza stradale di questo enclave. I resti della vecchia strada romana aggirano le irregolarità con curve contorte che ricevono appunto il nome identificativo di cóbados, gomiti. Anche Cammino d’Inverno, alternativa al Cammino Primitivo nelle stagioni nevose, passa per questo punto.

Il ponte fu costruito solo nel 1830, su una vecchia base medievale demolita da un'alluvione nel 1780. Fino a quel momento, venivano usate le barche, come in altre parti del fiume prive di passaggio, tanto che pian piano si affermò una tipica tipologia di imbarcazione nota come barche del Miño, caratterizzata da fondo piatto e spinta a remi e bastone.

Il paesaggio, il fiume, il vino di qualità ... una confluenza di fattori rende Belesar un punto d'incontro obbligatorio negli itinerari attraverso la Ribeira Sacra.

Arriba
Aiutaci a migliorare!